Una recensione di Paolo Fichera a La favola di Lilith

(…) L’intensità non rinuncia a nulla, resta immobile a fissare quanto le asperità del bianco intorno e il suo corollario di forme rinuncino a Lei. L’anima non ha volto, perché il volto è una maschera, l’ambizione suprema è quella di non esserci, come la constatazione di un’attesa a cui non si può rinunciare. Il luogoContinua a leggere “Una recensione di Paolo Fichera a La favola di Lilith”

Lilith, segreta innamorata di Dio | SIL – Società Italiana delle Letterate

Una recensione che propone  interessanti collegamenti e spunti di riflessione tra mito, letteratura, poesia e musica. Di Paola Del Zoppo su “La favola di Lilith” http://www.societadelleletterate.it/2014/07/lilith-segreta-innamorata-di-dio/

Una recensione di Guido Bellachioma a La Favola di Lilith

Un disco complicato e semplice al tempo stesso. Persino spoglio nell’utilizzo dei pochi strumenti ad arco (suonati da Edo, violinista anche di Ashram, Argine, Corde Oblique e di notevoli progetti solisti) e dell’espressiva voce di Viviana (poetessa alla prima performance artistica di questo tipo). Apparentemente una situazione già vissuta, non solo in ambito neoclassico, neofolkContinua a leggere “Una recensione di Guido Bellachioma a La Favola di Lilith”