Caterina, ovvero l’emancipazione

“Caterina, ovvero l’emancipazione tra ‘500 e ‘600. Da orfana analfabeta a fondatrice di un monastero. Che rimase aperto fino a metà del ‘900”

Analfabeta fino all’adolescenza, proveniente da una famiglia povera, Francesca Paluzzi, in religione  Caterina, fu una donna emancipata ante litteram, una donna che anche i potenti stavano ad ascoltare. Nacque il 7 marzo 1573 nel feudo Orsini di Morlupo. A 17 anni rimasta orfana, pur rimanendo a vivere con i fratelli nella casa paterna come capofamiglia, divenne terziaria domenicana. In seguito insieme a quattro compagne iniziò a condurre vita comune nella stessa casa, finché il 28 febbraio 1620 papa Paolo V Borghese concesse alla Paluzzi l’autorizzazione a fondare a Morlupo un monastero di domenicane di clausura che sarebbe esistito fino quasi ai giorni nostri.

Quella rappresentata dall’evento del 25 giugno è la prima tappa di un percorso di ricerca che si concluderà, alla presenza del vescovo della diocesi di Civita Castellana Monsignor Romano Rossi, nel mese di ottobre a Morlupo, con un secondo incontro pubblico dedicato alla Venerabile di Morlupo, in cui illustreremo i risultati dell’ulteriore approfondimento condotto nell’ambito dell’Archivio Storico Diocesano di Nepi.

“Che il pensiero e le scritture delle mistiche siano tuttora una risorsa di grande importanza – spiega Viviana Scarinci, ideatrice del progetto Morlupo Città della Poesia e promotrice dell’evento – lo sottolinea la differenza che testimoniano rispetto a quelle tradizioni filosofiche, letterarie e politiche che si presentano come una continua e esclusiva disputa riservata all’interlocuzione di pochi.”

È invece un’interlocuzione paritaria, efficace e propositiva, quella che emerge dagli epistolari di cui si farà in parte lettura sabato 25 giugno. Documenti attraverso i quali, autorità religiose e politiche del tempo, riconobbero a una donna straordinaria come Caterina Paluzzi, un ruolo importantissimo di cui soprattutto oggi, è indispensabile promuovere la memoria e la riproposizione.

A presentare l’evento, volto alla conservazione e promozione della memoria storica locale, l’Associazione Culturale Libellula con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il patrocinio e il contributo del Comune di Morlupo e di Strade – Sindacato Traduttori Editoriali.

Il circolo dei lettori di poesia di Morlupo e il Centro Sociale Anziani leggeranno brani dall’autobiografia della mistica Caterina Paluzzi (1573-1645) accompagnati dal clarinetto di Antonella Tomassetti. Introduzione storica a cura di Mario Gennaretti. Coordina Viviana Scarinci

____________________________________________________

Il sito della manifestazione:https://morlupocittadellapoesia.com

Il bando del Concorso Letterario Nazionale:

https://morlupocittadellapoesia.com/concorso-letterario/

L’evento: https://morlupocittadellapoesia.com/2016/06/07/sabato-25-giugno-ii-evento-mcp-2016/

____________________________________________________

Associazione Culturale Libellula via San Michele, 8 – 00067 Morlupo

UFFICIO STAMPA – Centro Libellula c.libellula.m@gmail.com –333 2045759

untitled

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...